Giorno 8: Whitley Bay sand castle competition

Giorno 8: Whitley Bay sand castle competition

Dopo i festeggiamenti di ieri sera, che si sono protratti fino a tardi anche nelle camerate, i ragazzi hanno potuto dormire un po’ di più e, dopo aver fatto colazione, siamo partiti per una passeggiata sulla spiaggia. Questa volta, però, non si è trattato di una semplice passeggiata di piacere, ma di una marcia di avvicinamento alla Whitley Bay sand castle competition, l’annuale gara di castelli e sculture di sabbia, giunta alla sua 10^ edizione. Una volta raggiunta la parte di spiaggia dedicata alla competizione, i ragazzi della Northumbria School of English, divisi in cinque gruppi, hanno dato libero spazio alla loro fantasia dilettandosi nella costruzione di castelli e sculture di sabbia. In particolare, quattro dei gruppi hanno deciso di partecipare alla gara riservata alla costruzione di castelli e uno a quella delle sculture. I progetti iniziali dei diversi gruppi, quasi degni di un corso di laurea in ingegneria, si sono via via trasformati e semplificati a causa del limitato tempo a disposizione dei ragazzi per realizzare le sculture e della diversa consistenza della sabbia. I risultati ottenuti sono stati sicuramente all’altezza dei risultati ottenuti dagli altri partecipanti al concorso e hanno messo in luce la creatività dei nostri ragazzi, che sono stati in grado di inserire sempre un richiamo all’Italia, soprattutto nella costruzione dei castelli.

Sfortunatamente, la concorrenza è stata tale da non permettere ai ragazzi di posizionarsi nei primi tre posti delle rispettive categorie, ma hanno comunque saputo trarre da questa mattinata all’aria aperta lo spirito che ha spinto l’intera comunità di Whitley Bay a partecipare all’evento sotto diverse forme e la condivisione di idee e progetti con ragazzi provenienti da diverse parti del mondo.

Sulla via di casa, il chiassoso gruppo ha fatto un’inaspettata sosta sul lungomare, dove un artista di strada ha improvvisato uno spettacolo appositamente per noi. Al termine, un po’ infreddoliti, siamo rientrati a scuola per prepararci rapidamente prima di andare a visitare il mercato domenicale di Tynemouth. Dopo aver salutato Davide, un ragazzo italiano che ha concluso la sua permanenza presso la Northumbria School of English, abbiamo preso la Metro per raggiungere il tradizionale mercatino allestito presso la stazione della località marittima. Sfortunatamente, il mercato ha chiuso alle 16 e, quindi, il tempo a nostra disposizione è stato piuttosto limitato. Ad ogni modo, abbiamo potuto immergerci in un altro aspetto caratteristico della cultura britannica.

Di ritorno a casa, abbiamo atteso l’arrivo di un nuovo studente, anche lui italiano. Si tratta di Carlo, un ragazzo di Varese, che si aggiungerà al gruppo di studenti già esistente e condividerà con noi la nostra ultima settimana a Whitley Bay.

Dopo una settimana ricca di attività ed emozioni ed in previsione di altri 6 giorni pieni di appuntamenti, abbiamo approfittato del nuovo arrivo per trascorrere una serata tranquilla all’insegna dei giochi di società e della lettura di qualche libro… proprio quello che ci vuole per finire di ricaricare le batterie ed iniziare la prossima settimana con il piede giusto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *