Giorno 9: Alla scoperta del Great North Museum

Giorno 9: Alla scoperta del Great North Museum

La nostra seconda settimana in Inghilterra è iniziata con una fredda giornata uggiosa e con una buona dose di stanchezza per i nostri ragazzi. Nonostante le energie non fossero state completamente recuperate, tutti gli studenti della Northumbria School of Egnlish hanno normalmente partecipato alle lezioni del mattino e sono rimasti affascinati da Stuart, il nuovo insegnante che li accompagnerà nel ripasso grammaticale e lessicale.

Viste le condizioni atmosferiche, i ragazzi hanno dovuto rinunciare alle ormai consuete partite a “Schiaccia 5” organizzate nel giardino della scuola durante le pause tra una lezione e l’altra.

Una volta concluse le attività e mangiato il nostro rapido pranzo, ci siamo preparati per raggiungere Newcastle e visitare l’Handcock Museum, anche noto come Great North Museum. La struttura, ben lontana da essere un museo convenzionale, è suddivisa in diverse aree tematiche dedicate a diversi aspetti della storia, della cultura e delle scienze naturali, coniugate sia a livello nazionale, che locale. La parte più interessante del complesso, però, è probabilmente il Planetarium, da dove abbiamo iniziato la nostra visita. Al suo interno, abbiamo potuto vedere un video realizzato dalla California University, che ci ha permesso di conoscere meglio il nostro pianeta e il sistema solare che lo ospita e di aumentare la nostra coscienza ambientale, che dovrebbe spingerci a prenderci maggiormente cura dell’ambiente che ci circonda. Per rendere maggiormente interessante la vista al resto del museo, Christine aveva preparato una sorta di caccia al tesoro con alcuni reperti appartenenti alle diverse aree che i ragazzi, suddivisi in cinque gruppi, hanno dovuto ritrovare ed identificare. Al termine dell’attività, i ragazzi hanno avuto un po’ di tempo per visitare con maggiore calma alcune delle sezioni del museo che li hanno colpiti di più. Alcuni di loro hanno addirittura avuto la possibilità di mettere un mattone digitale con le loro iniziali per contribuire alla ricostruzione digitale del Vallo di Adriano.

Un’ulteriore riprova del fatto che la cultura non sia sempre e comunque noiosa e che i ragazzi possono divertirsi imparando è stata fornita all’uscita del museo dove, alcuni di loro, hanno organizzato alcune brevi partite a ping-pong prima di rientrare al college. Una volta arrivati, alcuni dei ragazzi sono passati dal tennis-tavolo al tennis vero e proprio per ingannare il tempo in attesa della cena.

L’attività serale che ci ha accompagnato fino al momento di andare a letto è stato un quiz di cultura generale e di conoscenza dei luoghi e dei monumenti che abbiamo visitato fino a questo momento. Al termine dei 3 round, che mettevano in paio un totale di 61 punti, Beatrice, Melissa, Omar, Sara e Alessia sono risultati i vincitori con un totale di 57 punti.

Per tutti, un’altra giornata nel Northumberland volge al termine con il sorriso e l’attesa di scoprire quali saranno le nuove esperienze che ci aspettano per i prossimi giorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *