La grafologia per l’orientamento dei giovani: un sostegno alla crescita della persona ⋆ Centro Studi Excol

La grafologia per l’orientamento dei giovani: un sostegno alla crescita della persona

Gli appuntamenti organizzati dalla Scuola di Grafologia del 2019 sono iniziati con un focus sul rapporto esistente tra grafologia e orientamento degli adolescenti e sui supporti che tale disciplina può fornire a specialisti ed insegnanti al fine di guidare ed aiutare i ragazzi a definire e costruire il loro futuro.

L’appuntamento, svolto presso la sede della Scuola di Grafologia, ha visto come protagonista la Dott.ssa Barbara Bitelli che, in un’intensa e partecipata giornata formativa, è partita da un’analisi della situazione dei giovani d’oggi per sottolineare la rilevanza ricoperta dalla figura dell’orientatore nella società attuale. Nel corso dell’incontro, infatti, é emerso come questa figura professionale possa svolgere un ruolo cruciale nella valorizzazione e nel raggiungimento del successo è della realizzazione di sé da parte di ragazzi che, spesso, sottovalutano le proprie potenzialità o non le mettono pienamente a frutto. Gli strumenti a disposizione degli orientatori sono, certamente, molti, ma uno di quelli maggiormente rilevanti é, senza dubbio, la grafologia.

Attraverso la presentazione di esempi concreti, inoltre, la Dott.ssa Bitelli ha dimostrato in modo estremamente chiaro come l’analisi della scrittura possa svolgere la funzione di amplificatore delle potenzialità di evoluzione del ragazzo e portare anche ad un miglioramento del suo benessere personale.

La grafologia, infatti, costituisce una disciplina in grado di comprendere, descrivere e fornire un aiuto concreto a diversi livelli e si dimostra in grado di far fronte alle complessità derivanti da questa delicata fase della vita.

Dopo un’introduzione prettamente teorica, dedicata al ruolo del grafologo e all’adolescenza e alle implicazioni che rendono l’orientamento dei ragazzi, l’appuntamento formativo é poi divenuto maggiormente pratico, anche attraverso alcune analisi pratiche volte a fornire ai partecipanti nuovi spunti di riflessione ed approfondimento.

2 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *