fbpx
 

Sabato - Domenica CHIUSO

Lun - Ven 8.00 - 20.00

0432 237462

 

Didamatica 2016 | Excol per ECDL

Didamatica 2016 | Excol per ECDL

Anche Excol ha partecipato all’importante iniziativa organizzata dall’Università di Udine in collaborazione con AICA.

Didamatica, ovvero l’informatica per la didattica, da trent’anni è punto di riferimento per stuidenti, docenti e istituzioni in generale sui temi di innovazione e digitalizzazione.

In uno splendido palazzo del centro di Udine (Via Gemona 92) si è svolta la manifestazione dove Excol ha partecipato in qualità di testimone e promotrice ed organizzatrice con particolare attenzione al settore che in questo periodo la sta impegnando su diversi fronti: “La nuova ECDL nelle scuole”.

La “rete di scuole” che fanno parte del progetto, se fino a poco tempo fa comprendeva prevalentemente scuole facenti parte del medio-basso Friuli (Ricordiamo che ci sarà un convegno di presentazione del progetto per l’IC di Pozzuolo del Friuli il giorno 22 Aprile alle ore 18:30), adesso si sta allargando anche verso il medio-alto Friuli. Infatti il progetto è già partito nell’IC di Paluzza e presto ci sarà un convegno di presentazione (il 12 maggio) per l’IC di Buja e Treppo Grande.

Hanno partecipato come testimonianza dell’importanza del progetto ECDL nelle scuola anche la regione a noi confinante: il Veneto. In particolare IC di Paese e di Ponte di Piave che hanno illustrato come loro (che hanno iniziato prima di noi con questo progetto) hanno organizzato i corsi, i risultati raggiunti e anche le soddisfazioni.

Ha terminato l’incontro Mario Marcuzzi, informatico dell’IRES che ha lasciato un “assaggio” di quello che poi andrà ad affrontare più approfonditamente nell’incontro di venerdì 29 Aprile presso l’IRES di Udine (Viale Ungheria 22): le insidie dell’orco internet. Il web e i suoi lati oscuri, soprattutto se rapportato ai bambini /ragazzi che si stanno approciando adesso ad internet. Ci sono tante cose (alcune semplici altre meno) che si possono fare per prevenire che i nostri ragazzi finiscano nella “rete” sbagliata. Un incontro gratuito a cui vale veramente la pena partecipare.

Alcune foto dell’evento:

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.