La nostra seconda settimana a Colchester ⋆ Centro Studi Excol

La nostra seconda settimana a Colchester

Day 9: London’s calling!

Ed ecco svelato il mistero… da Big Bang a Big Ben il passo, almeno a livello di suono, è breve! Una giornata inizialmente come tutte le altre è, infatti, diventata speciale grazie alla favolosa destinazione dell’escursione giornaliera che ha dato il via alla nostra seconda settimana a Colchester.

Poco dopo le 9, infatti, 4 corriere della St. Andrew’s College Language Schools sono partite alla volta di Londra, per una giornata alla scoperta di una piccola parte della capitale inglese. Un viaggio durato un po’ più del previsto ha portato l’intera comitiva su Exhibition Road e, più precisamente, all’ingresso del Natural History Museum e del Science Museum che i ragazzi hanno potuto esplorare liberamente per qualche ora. Chi si aspetta una lunga e noiosa visita si sbaglia di grosso! I ragazzi sono stati entusiasti e rapiti dalla vastità di oggetti presenti e dalla possibilità di interagire direttamente in pressoché tutte le sezioni.

Dopo un pranzo veloce (l’occasione era più unica che rara, e non c’era tempo da perdere!) il gruppo si è diretto verso Hyde Park e, dopo averlo attraversato ed averne scoperto qualche angolo veramente suggestivo, è giunto dapprima allo Speakers’ Corner e poi al Marble Arch.

Ma che cos’è Londra senza un po’ di shopping? Seppure un po’ di fretta e con un pizzico di disattenzione di troppo, i ragazzi sono, allora, partiti alla scoperta dei negozi di Oxford Street, facendo anche qualche affare! Inoltre, il punto di ritrovo, non lontano da Piccadilly Circus, ha permesso loro di scoprire anche questi autentici simboli di Londra.

Al loro ritorno a casa, i ragazzi erano tutt’altro che stanchi, ma questo non è stato un problema! Gli Activity leaders erano più pronti di loro nel guidarli un una caccia al tesoro alla scoperta dei segreti del campus, o in attività sportive come tennis ed un torneo di basket.

Dopo questo inizio con il botto, cos’altro ci aspetterà in questa seconda settimana a Colchester? Ben presto lo scopriremo!

Day 10: a quiet day at the University of Essex campus

Con ancora negli occhi le bellezze di Londra viste ieri, i ragazzi hanno iniziato questo lunedì sotto i migliori auspici. Un sole brillante e temperature degne di un’estate italiana hanno, infatti, caratterizzato questa giornata. Nonostante queste note positive, però, i primi acciacchi dovuti alla stanchezza e a qualche bagordo iniziano a farsi sentire, ma si tratta, comunque, di nuvolette passeggere e, comunque, nulla di preoccupante.

Il menù di questo lunedì prevedeva attività al mattino e lezioni pomeridiane. Alle 9, gli activity leaders hanno fatto il loro arrivo al meeting point proponendo le attività in programma per la prima ora e, seppur abbiano lavorato in gruppi diversi, l’intera squadra ha deciso di prendere parte al film-making challenge con due diversi progetti.

La mattinata è, poi, proseguita sempre all’insegna della creatività con un laboratorio di disegno, durante il quale i ragazzi hanno potuto mettere pienamente in mostra le loro doti artistiche e con l’immancabile Conversation Club.

Dopo pranzo, è giunto il momento di tornare sui banchi di scuola, dove i ragazzi hanno avuto, una volta di più, la possibilità di dare sfoggio delle loro competenze ottenendo buoni risultati negli esercizi assegnati dai docenti.

La giornata, però, non era ancora finita e i ragazzi hanno preso parte al Murder Mystery Challenge e sono diventati detectives per qualche ora… anche se, visti  risultati, almeno per una parte di loro, questo mestiere ha ancora parecchi misteri…

Day 11: a jump in the North Sea

Sole, temperature prossime ai 30 gradi e un gradevole venticello: le condizioni ottimali per andare in spiaggia e, a modo nostro, l’abbiamo fatto anche noi. La prima escursione della nostra seconda settimana a Colchester, infatti, ci ha portato a Clacton on Sea, un piccolo centro sulla riva del Mare del Nord.

Questo paesino caratteristico della costa ci ha accolti con i colori dei suoi giardini ed un mare da incanto. La prima tappa è stato proprio il lungomare e la spiaggia dove i ragazzi si sono divertiti, hanno preso un po’ di sole e qualcuno si è anche azzardato a buttarsi in acqua! Successivamente, il gruppo si è diviso: qualcuno si spostato ha trascorso un’ora al Clacton Pier, un centro divertimenti locale, mentre altri si sono avventurati alla scoperta della cittadina.

Di ritorno al campus, dopo il pranzo, i ragazzi hanno frequentato le “tanto amate” lezioni, confermandosi le punte di diamante delle classi alle quali sono stati assegnati. Good job, guys!

La sera è, invece, trascorsa tra film, sport… e qualche problema logistico, ma nulla di grave! Solo una piccola lezione ed un monito a fare più attenzione!

Day 12: some magic moments… and great shopping

Quella che è iniziata come una giornata come tutte le altre si è trasformata in una giornata memorabile per alcuni dei nostri studenti! Grazie a Laura e Rossella, rispettivamente la titolare e la campus coordinator di un’altra agenzia presente sul campo, che hanno messo a nostra disposizione 5 biglietti, infatti, altrettanti ragazzi del nostro gruppo hanno avuto la possibilità di trascorrere un intero pomeriggio agli Harry Potter Studios di Londra!

Una volta concluse le lezioni mattutine, che sono state anche oggetto di osservazione inserita nel programma di formazione per i group leader, i ragazzi hanno fin da subito iniziato a prepararsi per questa importante ed imperdibile occasione, mentre, chi è restato a Colchester, ha avuto la possibilità di svolgere normalmente le attività organizzate dal college, rilassarsi e recuperare un po’ di forze o fare una scarpinata fino al centro città per completare il proprio shopping e dare un’ultima occhiata alla città che è stata la nostra casa per, ormai, quasi due settimane.

Dopo cena, ancora molte attività, sportive e non, hanno animato il campus della University of Essex e ci hanno accompagnati fino al ritorno dei fan di Harry Potter che, pieni di entusiasmo ed eccitazione, ci hanno raccontato molte delle cose che hanno potuto ammirare in questa, pressoché imperdibile, occasione.

Day 13: visiting Ipswich

Una giornata a dir poco torrida ha contraddistinto questo giovedì della nostra seconda settimana a Colchester. Uno splendido sole e un sacco si umidità sono, infatti, stati gli ingredienti che hanno causato più di qualche problema ai ragazzi.

Quelli offerti da una vacanza-studio, però, sono momenti irripetibili e, quindi, nonostante la spossatezza, tutto il gruppo si è recato nello Square 2 (quasi) puntuale per assistere alle lezioni. Come al solito, attività di speaking e potenziamento lessicale e grammaticale attraverso attività di diverso tipo sono stati gli ingredienti principali di queste attività, che si sono concluse attorno alle 13.

Dopo un veloce pranzo, gli studenti si sono ritrovati al punto d’incontro per partire per la nostra ultima escursione, che ci ha portati a Ipswich, una cittadina della contea del Suffolk. La prima tappa del nostro tour ci ha portati a visitare il piccolo, ma fornitissimo museo cittadino. Al suo interno i ragazzi hanno potuto trovare una sezione dedicata alla storia naturale, una parte più storica, afferente alla storia della cittadina, ma anche a grandi civiltà del passato e ad eventi epocali quali la Seconda Guerra mondiale, e molto altro.

Dopo una breve passeggiata sotto il sole cocente, siamo giunti nel centro storico di Ipswich, dove i ragazzi hanno avuto la possibilità di fare gli ultimi acquisti.

Rientrati al college giusto in tempo per evitare un copioso quanto improvviso scroscio di pioggia e grandine, l’intero gruppo si è concesso un lauto pasto prima di godersi le divertenti attività previste e realizzabili anche al coperto: karaoke e ping pong.

Questa seconda settimana a Colchester sta, ormai, per concludersi, portando con sé nuove amicizie e ancora tanta voglia di divertirsi e stare assieme. Possiamo, quindi, tranquillamente dire che almeno uno degli obiettivi di questa esperienza è stato raggiunto con successo.

Day 14: Our last day at the University of Essex…

Anche la nostra seconda settimana a Colchester sta, purtroppo, volgendo al termine, ma le emozioni ed i successi dei nostri ragazzi sono ancora lungi dal finire! Oggi, infatti, le lezioni sono finite prima del previsto, ma per un motivo più che valido: la graduation dei ragazzi.

A coronamento degli sforzi profusi dai nostri studenti durante le ore di lezione, infatti, una responsabile della St. Andrew’s College Language School di Colchester ha officiato la cerimonia solenne di consegna dei diplomi. Prima della loro consegna, però, Claudia si è spesa nell’elogio degli studenti, che si sono distinti per l’impegno e la partecipazione durante le lezioni e le attività didattiche proposte con parole di cui andare davvero orgogliosi!

Le attività, però, non si sono fermate e hanno funto da introduzione ad una serata conclusiva con i fiocchi! La scelta per questo ultimo pomeriggio inglese è ricaduta soprattutto su sport ed attività creative come il disegno e la pittura, dopo le quali è giunto anche l’ultimo appuntamento con il tanto odiato Conversation Club. Dire che quest’ultima ora di conversazione forzata in inglese sia passata in fretta è, sicuramente, un eufemismo, ma di certo, il pensiero dei preparativi e della disco night hanno reso il tutto più sopportabile.

Eh sì, secondo venerdì e secondo appuntamento con la discoteca! Benché non si trattasse di un appuntamento a tema come quello della settimana precedente, queste due ore in compagnia e all’insegna del ballo sfrenato hanno costituito il finale ideale di questa esperienza nell’Essex.

Day 15: our way back home

Una giornata uggiosa e terribilmente piovosa ha risvegliato l’intero gruppo molto presto in questo sabato e sembrava quasi che il tempo rifletta lo stato d’animo dei ragazzi. Puntualissima come sempre, Sonia ha aspettato i nostri ragazzi per accompagnarli alla navetta che li avrebbe accompagnati fino all’aeroporto di Luton. Un tragitto di quasi due ore sotto una pioggia battente ha permesso ai ragazzi di schiacciare un sonnellino e recuperare un po’ di forze.

Nonostante un ritardo crescente ed un’attesa estenuante, il gruppo Excol ha fatto rientro in Italia sano e salvo e, speriamo, arricchito e non solo a livello didattico. In queste due settimane, infatti, tutti e nove i nostri ragazzi sono cresciuti, imparando a far fronte a piccoli e grandi problemi e a superare i propri limiti, a conoscere nuove persone e ad conoscere ed accettare diversità culturali che, all’inizio del percorso, sembravano insormontabili.

Ne è valsa la pena? Certamente sì! E la prova è stato il coro unanime dei ragazzi che, appena atterrati hanno chiesto “Torniamo indietro?”… Magari potessimo, ragazzi, ma vi aspettiamo il prossimo anno per nuove avventure e nuove scoperte!

Ti sei perso il racconto della nostra prima settimana di vacanza-studio? Non ti preoccupare! Clicca qui!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *